Si avvicina il Natale ed è tempo di sorprese. Degustazione 19/12

Si avvicina il Natale ed è tempo di sorprese. Con questo spirito abbiamo preparato l’ultima degustazione prima delle feste, selezionando un paio di bottiglie che avrebbero di certo stupito i nostri ospiti.

Proviamo sempre i vini alla cieca, mostrando le etichette solo a calice vuoto, per non essere prima influenzati dalla bottiglia. Questa volta più del solito siamo rimasti stupiti dopo aver scoperto alcune delle etichette bevute. Tante sorprese, vini con caratteristiche inaspettate, partendo dal Pinot Grigio Zio Baffa Siciliano Biologico straordinariamente ricco di profumi fruttati, per arrivare al Primo Bianco Tuzzi, #intenso Friulano proveniente da viti di 60 anni con leggero invecchiamento in legno, fino ad un Morellino di Scansano Poggio Nibbiale, estremamente tannico. Per non dimenticare il #saggio Mater della cantina Miali, Primitivo invecchiato 24 mesi in grandi botti di legno, che a qualcuno dei nostri ospiti ha ricordato più un amarone della Valpolicella che un vino salentino. Insomma, tanti vini ben differenti da quello che ci saremmo aspettati leggendo l’etichetta.

Due i vini che maggiormente abbiamo gradito, e di questi vi raccontiamo qualche dettaglio in più, invitandovi a tornare a Gennaio sul nostro shop per provarli di persona.

Il Lugana Monte Lupo Cobue è caratterizzato da decisi profumi di frutta gialla, soprattutto pesca. Al palato è decisamente #stuzzicante con in primis sentori di ananas e sul finale una nota di mandorla. Le uve raccolte solo a piena maturazione garantiscono profumi appaganti al calice. Non servono molte altre parole, questo è un vino da provare se siete amanti dei bianchi profumati.

Zio Baffa Toscana Rosso è un vino a base Sangiovese (80%) e Syrah (20%). Ma sono altre le cose che rendono interessante questo prodotto nato dall’idea di un gruppo di surfisti arrivati in Italia per cercare onde e per seguire lo stile di vita Italiano. Viaggio che ha avuto una tappa ben più lunga del previsto nelle vigne toscane. Il rispetto assoluto dell’ambiente è fondamentale per la filosofia Zio Baffa, che è coltivato in maniera biologica nelle vigne Castellani vicino a Pisa.
Abbiamo trovato questo vino piacevole e beverino, facile, forse anche per la quasi inesistente presenza di tannini. Ma non pensate che si tratti di un vinello, sono infatti tanti i gusti percepibili sia al naso che al palato, per un risultato equilibrato e #carismatico. Potrebbe causare dipendenza… e questo ci sembra un ottimo motivo per inserirlo nella nostra offerta e nei nostri WineBox!

Seguiteci per conoscere le nuove date delle degustazioni e scoprire le nostre novità, alla prossima settimana!


Volete capire quali vini vanno a braccetto con i vostri gusti o trovare le vostre bottiglie ideali? C’è un modo semplice ed immediato.

Scoprite nuove bottiglie da amare con il nostro quiz. Ogni mese vi proponiamo le due migliori bottiglie abbinate ai vostri personali gusti.

Si avvicina il Natale ed è tempo di sorprese. Con questo spirito abbiamo preparato l’ultima degustazione prima delle feste, selezionando un paio di bottiglie che avrebbero di certo stupito i nostri ospiti.

Recommended Posts